Visitare l’Islanda può essere difficile per molti motivi: il clima innanzitutto, le strade non sempre asfaltate, l’organizzazione degli spostamenti, la scarsità di mezzi pubblici e collegamenti tra i vari paesini minuscoli.

Tutti questi fattori richiedono una preparazione pre partenza molto più approfonita rispetto ad altri viaggi.

In questi articolo cercheremo di darvi quante più informazioni possibili su un tour classico di 5 giorni nella parte Sud-Ovest dell’Islanda (ho inserito 6 giorni nell’itinerario perché non ho contato il giorno di arrivo come intero).

 

GIORNO 1

Reykjavik

L’aeroporto di Keflavik si trova a circa 40 minuti di auto dalla città di Reykjavik.

Una volta atterrati, molto probabilmente dovrete recarvi all’autonoleggio per prelevare la vostra auto. Se invece voleste raggiungere la città in modo diverso, vi rimando all’articolo in cui parliamo di come raggiungere Raykjavik dall’aeroporto.

Un consiglio che mi sento di darvi è: non prelevate. Provate questa esperienza, vedrete che non avrete MAI bisogno di usare i contanti.

La città in sé non offre molto da vedere, ma sicuramente è un ottimo punto di partenza per la vostra visita in Islanda dove poter passare qualche ora, tra shopping, arte e ottimo (ma caro) cibo.

Per approfondire maggiormente i principali luoghi di interessa della città, vi rimando all’articolo sulle 15 cose da vedere e fare a Reykjavik

In questa prima giornata l’alloggio ideale è proprio a Reykjavik. Noi abbiamo optato per la Guesthouse Alfar 👍👍👍 discreto ostello a meno di 15 minuti dal centro città in cui era presente anche la colazione gratuita, cosa rarissima in Islanda. (96,40 per una tripla con bagno in comune)

 

GIORNO 2

Snaefellsnes

Il secondo giorno del vostro tour, potete dedicarlo alla visita della penisola di Snaefellsnes. Una penisola ricca di luoghi interessanti visitabili tutti in un solo giorno. Tra mare, paesaggi incredibili, villaggi colorati e cascate

Abbiamo scritto un articolo a riguardo che vi riproponiamo qui: Cosa vedere nella penisola di Snaefellsnes (se vi state chiedendo come cavolo si pronunci, questo è l’audio che fa per voi )

Percorsa tutta la penisola, il luogo perfetto dove alloggiare è sicuramente Stykkisolmur.

Il secondo giorno abbiamo alloggiato presso il campeggio Tjaldstæði, dove hanno costruito recentemente delle bellissime casette prefabbricate dotate di divano letto, cucina, bagno, stanza da letto metrimoniale e che potete trovare cercando su booking Vatnsás 10 👍👍👍👍👍 (130,50 euro per una tripla con bagno privato)