GIORNO 5

La cosa bella di questa giornata è che non essendo pienissima di cose da vedere e prevendendo il rientro verso ovest, vi permette di visitare tutto quello che non siete riusciti a visitare il giorno precedente o di ritornare in un luogo che vi è piaciuto particolarmente. Per la notte vi consigliamo di fermarvi nei pressi di Hvolsvöllur.

Noi abbiamo dormito presso gli Hellisholar Cottages 👍👍👍, nell’omonimo paesino. Ci vogliono circa 20 minuti per raggiungerlo dalla strada principale ma vi assicuro che dormire in questi piccoli cottages con bagno privato, circondati da prati, montagne, mucche e l’aurora boreale sarà rigenerante . Anche in questa struttura non è presente una cucina, ma potrete mangiare presso il ristorante centrale a prezzi non eccessivi. Per chi volesse anche qui è presente una vasca jacuzzi dove rilassarsi guardando le stelle. (87,50 euro per una tripla con bagno privato)

Le attrazioni principali di questa giornata sono:

 

1. Svartifoss

Cascate famose per la formazione rocciosa dalla quale si tuffano nel vuoto. Si raggiunge il parcheggio in auto e poi con ci si incammina verso la cascata distante circa 3,4 km in circa 30 minuti. Il parcheggio nell’area è a pagamento. Si paga tramite app o al Visitor Center del Parco.

Prezzi parcheggio: 750isk

 

2. Ghiacciaio Jökulsárlón

Qui “sfocia” il ghiacciaio più grande d’Europa, il Vatnajökull. In questo lago è possibile ammirare numerosi iceberg. Con una profondità massimo di 260 metri è il lago più profondo d’Islanda.

Questo luogo ospita diversi esemplari di foche visibili anche a distanza ravvicinata. Se siete fortunati potreste anche assistere allo spettacolo degli iceberg che si spezzano.

Suggestivo anche fare una passeggiata verso il mare, dall’altra parte della strada e ammirare gli iceberg su cui di infrangono le onde. Il lago infine presenta diversi accessi prima di quello principale, se volete evitare i troppi turisti vi consiglio di fermarvi anche in questi accessi secondari. Poco distanti da questo lago sono presenti altri due ghiacciai: il Fjallsárlón e il Breiðárlón